sbiancamento dentale

HO FATTO LA SBIANCAMENTO DEI DENTI

20:09



I miei denti sono per natura abbastanza chiari ma, sotto questo punto di vista, sono una vittima del caffè e della curcuma così, la scorsa settimana, ho deciso di provare un trattamento sbiancante professionale dei denti e sono rimasta molto soddisfatta.
Ma qual è il processo che provoca il deteriorarsi della naturale brillantezza della nostra dentatura?

La parte esterna del dente (lo smalto) è traslucido; il colore dei denti è quindi determinato dalla dentina sottostante, che tende però ad ispessirsi per apposizione continua nella camera interna presente nella corona dei denti stessi.
Da parte sua lo smalto, subisce l'attacco quotidiano di cibi, bevande, tabacco, medicine e così via: ecco perché la nostra dentatura ha la tendenza ad ingiallirsi e perdere l'originaria brillantezza.
Numerosi studi scientifici sono arrivati alla comune conclusione che uno sbiancamento effettuato sotto controllo del dentista, non provoca danni né una perdita di sostanza dei denti.
Ho effettuato il trattamento di sbiancamento dentale, materialmente eseguito dalla bravissima e professionale Cristina, nello studio del Dottor Giulio Rossi a Lucca.
Il principio attivo sbiancante usato è il perossido di idrogeno, con una diversa concentrazione a seconda del metodo di applicazione, perché esistono tre tipi di sbiancamento: quello professionale, fatto in uno studio dentistico; quello domiciliare, fatto a casa sotto la supervisione di uno specialista; quello “fai da te”, fatto attraverso prodotti sbiancanti "da banco", cioè acquistabili da chiunque nelle farmacie e nei supermercati.
Lo sbiancamento professionale prevede l’utilizzo di perossido di idrogeno (35%) e di una sorgente di energia per catalizzare la reazione (lampada alogena, a luce ultravioletta, a led, al plasma o da un laser).
Dato che il perossido di idrogeno può avere un effetto irritante sui tessuti, prima di applicare il prodotto sbiancante bisogna preoccuparsi di proteggere le mucose mediante una diga di gomma; quindi si applica il gel sui denti e, come detto, lo si attiva attraverso una sorgente di energia.
La durata di questo procedimento professionale, si può quantificare in circa un’ora.
Al termine mi è stato consigliato di mangiare solo cibo di colore bianco per almeno 12 ore e di rinunciare quanto più a lungo possibile al caffè e a tutto quello che poteva maggiormente pregiudicare il lavoro fatto.
Sono riuscita a resistere senza caffè ...fino al giorno dopo, ma il risultato ottenuto con lo sbiancamento professionale non è stato pregiudicato per niente ed è rimasto, per me, di completa soddisfazione.

Per info e prenotazioni:
Studio dentistico Dottor Giulio Rossi
via per Camaiore, 2180
Monte S. Quirico, 55100 – Lucca
tel. 0583341916



You Might Also Like

4 commenti

  1. Monica , sapresti dirmi qualcosa sullo sbiancamento opalescente? Ne ho sentito parlare ma vorrei capire meglio. Grazie !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Anna, ti risponderò nel giro di pochi giorni!

      Elimina
    2. Cara Anna il dottor Giulio Rossi mi ha spiegato che sia il trattamento che ho provato io che quello che vorresti fare tu sono molto simili quello che conta è la percentuale di perossido e in tutti e due i trattamenti è circa il 35% Io sono molto soddisfatta di questo trattamento ma non escluso che tra un po di tempo provi anche opalescence , in tal caso leggerai ciò che ne penso . Grazie per il tuo commento

      Elimina
    3. Grazie a te! Complimenti per il blog !

      Elimina

Segui Siate Fate by Email

Like us on Facebook